La felicità su LIBRERIA IMMAGINARIA

Federica Bruno recensisce La felicità è facile su LIBRERIA IMMAGINARIA

La felicità è facile di Massimiliano Nuzzolo è una raccolta di racconti pubblicata da Italic Pequod.

L’autore dimostra una sensibilità verso determinati temi e una consapevolezza del linguaggio più delicato per affrontarli che ha dell’impressionante. In questa raccolta di racconti ci troviamo di fronte a scenari di vita… Continua a leggere “La felicità su LIBRERIA IMMAGINARIA”

“La felicità è facile” su PAPERLIFE

la felicità è facile_nuzzolo cover1PAPERLIFE dedica uno splendido articolo a “La felicità è facile”

Se volessimo buttare la questione su di un piano puramente agonistico, potremmo dire che il titolo di questa raccolta di brevi racconti (alcuni non più lunghi di un paio di pagine, altri un po’ più corposi) vince senza sforzo il premio per il miglior spiazzamento organizzato a spese del lettore… Continua a leggere ““La felicità è facile” su PAPERLIFE”

FRATTURE su SENZAUDIO

Gianluigi Bodi recensisce “Fratture” su SENZAUDIO

“Doveva essere il 2004, stavo frequentando un corso di scrittura creativa che già mi aveva fatto capire che non c’era trippa per gatti, Continua a leggere “FRATTURE su SENZAUDIO”

Ven 17/10 ore 21.00 “FRATTURE internoNotte” @ METRICUBI Venezia

fratture interno notteVenerdì 17 ottobre al Circolo Arci Metricubi di Venezia(San Polo, Campiello delle Erbe 2003) Scritture in scena: FRATTURE Interno notte

una serata a cura della regista Alessandra Giuriola e puntininmovimento interamente dedicata al romanzo Fratture (Italic/Pequod) di Massimiliano Nuzzolo.  Continua a leggere “Ven 17/10 ore 21.00 “FRATTURE internoNotte” @ METRICUBI Venezia”

FRATTURE su LA FURIA DEI CERVELLI

La Furia dei Cervelli pubblica in versione extended l’articolo dedicato a “Fratture” apparso sul Manifesto. Un sentito grazie a Giuseppe Allegri autore dell’articolo e a Roberto Ciccarelli che l’ha ripubblicato in questa versione

MIEI CARI NEET, DISTRUGGIAMO IL CIELO E RIPARTIAMO DA ZERO? clicca per leggere l’articolo

 

FRATTURE sul MANIFESTO

Giuseppe Allegri recensisce FRATTURE sul MANIFESTO

24.6.2014

Tempi presenti. “Fratture”, il romanzo di Massimiliano Nuzzolo

FRATTURE su SCRITTEVOLMENTE

cover_nuzzolo1Davide Dotto recensisce su SCRITTEVOLMENTE il romanzo di Massimiliano Nuzzolo.

Cerco disperatamente una persona che abbia ancora l’anima e che possa prestarmela. Ne avrò molta cura. Promesso, è una cosa seria.

Da questa insolita richiesta d’aiuto, tutto ha inizio. Elisa non chiede cosa sia l’anima, non ne vuole la definizione: nelle sue parole, che rischiavano di passare inosservate, vi è l’ansia di chi ha perduto per strada qualcosa di importante, e non sa dove andarla a recuperare. Domandare a prestito un’anima, sperando che qualcuno ce l’abbia da qualche parte, non è cosa da poco. In precedenza Elisa si è impegnata in un’estenuante ricerca, fotografando di tutto: insetti, foglie morte, carcasse di animali. Diventa una smania, la sua, con pretese artistiche tanto che, come Leonardo e Michelangelo un tempo, si spingerà oltre:

Ciò di cui avevo bisogno era un vero morto in stato di decomposizione avanzata. E di poterlo fotografare in tempi diversi, per analizzare in modo adeguato ogni singolo cambiamento.

Ecco il punto: in che modo un corpo, prima pulsante e vivo, incede inesorabilmente verso il nulla? Cosa lo aveva separato fino a ora dagli abissi? Cosa significa, tutto a un tratto, cessare di esistere, non avere l’anima? Un incidente ha posto Thomas sulla strada di Elisa. La mente è resettata, intonsa, linda, priva di contenuti. Non conosce la persona che è stata, lo sanno gli altri per lui. Ha perso tutto, non semplicemente dimenticato. I ricordi sono irrecuperabili. Si è aperta una falla, anzi, una frattura. In tale stato fa sue le domande urgenti di Elisa. Anche Thomas ha bisogno di fare un inventario: raccoglie e classifica oggetti, attribuisce loro un significato, un numero, una descrizione, sperando di trovarvi qualcosa che vada oltre la consistenza di cose…

Continua a leggere su SCRITTEVOLMENTE

FRATTURE su KATHODIK

cover_nuzzolo-2Una nuova recensione di “FRATTURE” è uscita oggi su Kathodik

“Potremmo sintetizzare il romanzo di Massimiliano Nuzzolo come un continuo susseguirsi di “fratture”, da quelle enormi e tragiche che segnano le vite dei due protagonisti Elisa e Thomas, a quelle più sfumate, ma terribilmente attuali, che fanno da contorno alle vicende principali e di cui sono attori anche i loro amici e i parenti.
Elisa, personalità complessa che non sostiene il peso dell’agghiacciante quotidianità di una famiglia borghese, fino a spingersi a tentare il suicidio che sancirà la frattura tra quello che lei era e quello che tenterà di ricostruire…”

Continua a leggere qui

FRATTURE su LE LIBRERIE INVISIBILI

Giulia Lanzolla recensisce “Fratture” su LE LIBRERIE INVISIBILI

Fratture, quando l’anima si divide
OLYMPUS DIGITAL CAMERAChe cos’è l’anima? La si può bloccare nell’attimo fuggente di uno scatto? La si può ritrarre nell’istante in cui si distacca dal corpo? Può un’anima rompersi, scindersi in mille pezzi, configurando la “frattura” come condizione esistenziale?
[…] Il vocabolario non parla di fratture nell’anima, di esistenze che vanno in pezzi e poi si ricompongono. Eppure i cuori si spezzano e non nel senso più banale di questa immagine. È la storia di Thomas ed Elisa, i protagonisti del romanzo Fratture di Massimiliano Nuzzolo. Continua a leggere Qui